Acquisizioni al Catalogo Generale delle opere di Giorgio Morandi

(dicembre 2016 – giugno 2021)

 

DIPINTI

1942/5

 

Fiori, s.d. (1942)

olio su tela, 25×30 cm

firmato sul verso, al centro della tela: «Morandi» (sul recto, in basso al centro, si distingue una seconda firma abrasa).

Sul bordo superiore del telaio si leggono alcuni versi scritti a penna e firmati «g.b.», Memoria di una giovane defunta.

Roma, collezione privata

Collezioni precedenti: Roma, G. Pediconi.

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 3 giugno 2019.

L’opera rivela impianto analogo ai dipinti Fiori,1942 (Vitali, 19771-19832, vol. I., nn. 351 e 352).

 

1955/2

 

Natura morta, s.d. (1955)

olio su tela, 25,7×40.6 cm

firmato in basso a sinistra: «Morandi»

collezione privata

 

Collezioni precedenti: U.S.A., collezione privata.

 

Esposizioni: Pittsburgh, Carnegie Institute, The 1955 Pittsburgh International Exhibition of Contemporary Painting, ottobre-dicembre 1955, n. 201; Edimburgo, Ingleby Gallery, Resistance and persistence, novembre 2015-gennaio 2016.

Aste: New York, Christie’s, Impressionist and Modern Art, maggio 2019.

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 26 novembre 2018.

L’opera rivela impianto analogo al dipinto Natura morta, 1955 (Vitali, 19771-19832, vol. II., n. 943).

 

Errata corrige

 

 

Natura morta, 1950 (P. 2016 – 1950/3, già P. 2016, 1941/1)

Su segnalazione di un gallerista (giunta in data 16.09.2019), è possibile correggere la data del dipinto, così come risulta chiaramente dalla scritta autografa apposta dall’artista sul verso della tela («Morandi / 1950»).

Va quindi cambiato anche il numero di catalogo dell’opera, che diventa così il 1950/3.

 

 

Natura morta, 1960 (V. n. 912).

A p. 304 del Catalogo Generale 2016 si legge: «la Natura morta, data da L. Vitali al 1954, va piuttosto portata al 1960, in quanto variante della Natura morta del 1960 (V. n. 1201)». In seguito all’esame diretto del dipinto, effettuato dal Comitato per il Catalogo Morandi il 26 novembre 2018, a questa prima correzione va aggiunta quella delle misure della tela: 30,5×40,5 cm.

 

ACQUERELLI

A 1915/2

Paesaggio, 1915

acquerello su carta, 28×19 cm

firmato e datato in basso a destra: «Morandi 1915»

(in basso a sinistra, di altra mano, si legge la sigla: «A1253K»)

 

Collezioni precedenti: Milano, Fedeli; Ginevra, Galerie Krugier et Cie.; Mannheim, Emil Frey.

Esposizioni: Hannover, Kestner-Gesellschaft, Giorgio Morandi, novembre-dicembre 1964, n. 19; Ludwigshafen, Burgermeister-Ludwig-Reichert-Haus, Idee und Wirklichkeit. Handzeichnungen und Aquarelle des 20. Jahrhunderts aus Privatbesitz, ottobre-novembre 1970, n.127, ripr.; Kiel, Kunsthalle e Schleswig Holsteinischer Kunstverein, Aquarelle, Zeichnungen, Druckgraphik des 20. Jahrhunderts aus der Sammlung  eines Kielers. Ausstellung  zum 100. Jubiläum  der schleswig-Holsteinischen Landesbrandkasse, febbraio-marzo 1974, p. 100, n. 113, ripr. b/n; Colonia, Giorgio Morandi. Acqueforti, mostra organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura (poi a Bonn, Kunstverein, e a Dortmund, Consolato d’Italia), n.2, ripr.

Aste: Berna, Klipstein & Kornfeld, 26 maggio 1962 (lotto n. 898), cat. n. 100, ripr.; Monaco di Baviera, Ketterer Kunst, Asta n. 512, 12 dicembre 2020 (lotto n. …)..

Bibliografia: M. Pasquali, 1991, Nota, p. 221, n. 2, ripr b/n (foto speculare destra/sinistra).

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 5 ottobre 2020.

L’opera rivela impianto analogo al dipinto Paesaggio, 1917 (Vitali, 19771-19832, vol. I, n. 32).

 

A 1956/5

Cortile di Via Fondazza, s.d. (19569

acquerello su carta, 21×16 cm

firmato a matita in basso al centro: «Morandi»

Lido di Spina, Casa Museo Remo Brindisi

 

Collezioni precedenti: Lido di Spina, R. Brindisi (legato testamentario del 1996, a favore del Comune di Comacchio – inventario n. 1402).

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 3 giugno 2019.

L’opera rivela impianto analogo a quattro acquerelli Cortile di Via Fondazza, 1956 (Pasquali, 1991, 1956/9-12).

 

A 1957/6

 

Natura morta, s.d. (1957)

acquerello su cartoncino, 16×23,2 cm

firmato a matita in basso al centro: «Morandi»

collezione privata

 

Collezioni precedenti: Genova, Minetti Galleriaforma; Genova, Paolo Minetti.

Aste: Milano, Cambi, 18 dicembre 2020 (lotto n. 200).

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 9 dicembre 2019.

L’opera rivela impianto analogo all’acquerello Natura morta, 1957 (Pasquali, 1991, 1957/2).

 

A 1958/10

Paesaggio (Casa in rovina), 1958

acquerello su carta, 25×3,6 cm

firmato in basso al centro: «Morandi»

collezione privata

 

Provenienza: Milano, Galleria del Milione.

 Aste: Brescia, Capitolium Art, n. 236, 2018 (loto n. 40).

Bibliografia: Jean Leymarie, Acquerelli di Morandi, Bologna, Edizioni de Foscherari, 1968, p. 27, ripr. b/n.

L’opera, corredata da un’autentica di Francesco Arcangeli in data 14 aprile 1967, è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 4 dicembre 2017.

L’opera rivela impianto analogo a quattro acquerelli, Paesaggio (Casa in rovina), 1958 (Pasquali, 1991, 1958/15-18).

 

A 1958/11

 Paesaggio, s.d. (1958)

acquerello su cartoncino, 21×16 cm

firmato a matita in basso a sinistra: «Morandi»

collezione privata

Collezioni precedenti: Genova, Minetti Galleriaforma; Genova, Paolo Minetti.

Aste: Milano, Cambi, 18 dicembre 2020 (lotto n. 197).

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 9 dicembre 2019.

L’opera rivela impianto analogo all’acquerello Paesaggio, 1957 (Pasquali, 1991, 1958/32).

 

 A 1959/11

 

 

Natura morta, s.d. (1959)

acquerello su cartoncino, 17,2×24,4 cm

firmato a matita in basso al centro: «Morandi»

collezione privata

 

Collezioni precedenti: Genova, Minetti Galleriaforma; Genova, Paolo Minetti.

Aste: Milano, Cambi, 18 dicembre 2020 (lotto n. 196).

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 9 dicembre 2019.

L’opera rivela impianto analogo agli acquerelli Natura morta (con la teiera), 1959 (Pasquali, 1991, 1959/6-9).

 

A 1960/11

Natura morta, s.d. (1960)

acquerello su carta, 27×37 cm

firmato in basso al centro: «Morandi»

Londra, Simon C. Dickinson Ltd.

 

Provenienza: Milano, Galleria del Milione; Johannesburg, J. Wolpe; Londra, B. Wolpe; Genova, Assore Consulting; U.S.A., collezione privata.

 

Aste: Londra, Sotheby’s, 5 dicembre 1984 (lotto n. 395).

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 3 giugno 2019.

L’opera rivela impianto analogo all’acquerello Natura morta, s.d. – 1960 (Pasquali, 1991, 1960/32).

 

A 1960/12

Natura morta, s.d. (1960)

acquerello su cartoncino, 17,7×24,2 cm

firmato a matita in basso a destra: «Morandi»

collezione privata

 

Collezioni precedenti: Genova, Minetti Galleriaforma; Genova, Paolo Minetti.

Aste: Milano, Cambi, 18 dicembre 2020 (lotto n. 198).

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 9 dicembre 2019.

L’opera rivela impianto analogo all’acquerello Natura morta, 1960 (Pasquali, 1991, 1960/3 e 1960/5).

 

A 1962/9 

Natura morta, s.d. (1963)

acquerello su cartoncino, 16×21 cm

firmato e datato a matita in basso verso destra: «Morandi 63» (le due cifre della data sembrano vergate con altra matita)

collezione privata

Collezioni precedenti: Torino, Galleria Codebò.

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 9 dicembre 2019.

L’opera rivela impianto analogo all’acquerello Natura morta, 1962 (Pasquali, 1991, 1962/5).

 

A 1963/9

Natura morta, s.d. (1963)

acquerello su cartoncino, 24,4×18 cm

firmato a matita in basso al centro: «Morandi»

collezione privata

 

Collezioni precedenti: Genova, Minetti Galleriaforma; Genova, Paolo Minetti.

Aste: Milano, Cambi, 18 dicembre 2020 (lotto n. 199).

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 9 dicembre 2019.

L’opera rivela impianto analogo alla serie di acquerelli Natura morta, 1960 (Pasquali, 1991, 1960/19-26; Pasquali, 2016, A 1960/3 e A 1960/4).

 

Errata corrige

 

Paesaggio (Casa in rovina), 1958 (Pasquali 2016, A 1958/4).

 

A p. 172 del Catalogo Generale 2016 sono indicate misure errate. In seguito all’esame diretto dell’acquerello, effettuato dal Comitato per il Catalogo Morandi il 4 giugno 2018, le misure vanno corrette in 21×24,5 cm.

È firmato in basso a destra e datato a matita, sul verso: «Grizzana 1958». Si trova in collezione privata bolognese.

 

 

DISEGNI

 

D 1927/2

Natura morta con sei mele in un piatto, s.d. (1927)

china su carta, 19,3×28 cm (foglio frastagliato; misure approssimative)

firmato in basso a sinistra: «Morandi». Sui lati indicazioni a matita per la riproduzione.

Roma, collezione privata

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 12 dicembre 2016.

 

L’opera rivela impianto analogo al disegno Natura morta con sei mele in un piatto, 1927 (Tavoni-Pasquali, 1994, 1927/3, ora al Museo Morandi di Bologna) e all’incisione di uguale titolo e data (Vitali. Incisioni, 19571-19642-19783-19894, n. 37).

 

D 1929/1

Natura morta con la chitarra, s.d. (1929)

china su carta da lucido, 24,5×35 cm

in basso a centro, a matita: «cm 7 – »

Zurigo, collezione privata

 

Esposizioni: New York, Istituto Italiano di cultura, Giorgio Morandi. Watercolors and drawings 1920-1959, settembre-dicembre 2008.

Aste: Milano, Sotheby’s, 23 novembre 2004 (lotto n. 257).

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 12 dicembre 2016.

Si tratta di uno dei trenta disegni a penna eseguiti al tratto da Giorgio Morandi per un volume di poesie di Vincenzo Cardarelli : come recita infatti una dichiarazione di Dina Morandi in data 5 febbraio 1968 (pubblicata nel Catalogo Generale dei Disegni, p. 267, Milano, Electa, 1994), si tratta di un «lucido eseguito per essere utilizzato nell’esecuzione dei clichés» per il volume di liriche di Vincenzo Cardarelli, Il Sole a Picco (Bologna, 1930). L’opera è già segnalata nel volume citato, a p. 270, con il n. XXX e si riferisce all’acquaforte di G. Morandi, Natura morta con la chitarra, 1928 (Vitali. Incisioni 19571-19642-19783-19894, n. 43).

 

D 1929/2

Natura morta, 1929

matita su carta, 28×30,6 cm

firmato e datato in basso a centro: «Morandi 929»

sul verso del foglio si legge la dedica a penna: «A Maria Luigia / Enrico / 11 giugno».

Firenze, Fondazione Il Bisonte

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi l’8 giugno 2021.

L’opera rivela impianto analogo all’acquaforte Natura morta con tazzina e caraffa del 1929 (V. Inc. 56) di cui potrebbe essere un disegno preparatorio, e del dipinto Natura morta dello stesso anno (V. 147, già appartenuto ad Ardengo Soffici, a Poggio a Caiano.

 

D 1943/4 

 

Paesaggio, 1943

matita su carta, 25×32 cm

firmato e datato in basso a sinistra: «Morandi 1943»

collezione privata

 

Aste: Milano, Cambi, 15 luglio 2020 (lotto n. 12).

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 9 dicembre 2019.

L’opera rivela impianto analogo al disegno Paesaggio, 1943 (Tavoni Pasquali, 1994, 1943/19)..

 

D 1946/5

Natura morta, 1946

matita su carta, 10×10 cm

firmato e datato in basso al centro: «Morandi 1946»

Milano, collezione privata

 

Provenienza: Milano, Galleria Annunciata.

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 3 giugno 2019.

L’opera rivela impianto analogo al disegno Natura morta, 1946 (Tavoni-Pasquali, 1994, 1946/12).

 

D 1948/8

Natura morta, s.d. (1948)

matita su carta, 9×13 cm

firmato in basso a destra: «Morandi»

Collezione privata

 

Aste: Brescia, Capitolium Art, 17 dicembre 2020 (lotto n. 308).

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 5 ottobre 2020.

L’opera rivela impianto analogo ai disegni Natura morta, 1948 (Pasquali, 2016, D 1948/2 e D 1948/6).

 

D 1949/2

 

Natura morta, 1949

matita su carta, 24,3×33,2 cm

firmato e datato in basso al centro: «Morandi 1949»

Collezione privata

Sul verso del foglio compare una seconda Natura morta, matita su carta, ribaltata rispetto al recto, firmata e datata in basso al centro «Morandi 1949».

 

Collezioni precedenti: Safenwil, E. Frey.

Esposizioni: Hannover, Kestner-Gesellschaft, Morandi, novembre-dicembre 1964, n. 29 (introduzione di Wieland Schmied); Ludwigshafen am Rhein, Städtische Kunstsammlungen, Idee und Wirklichkeit. Handzeichnungen und Aquarelle des 20. Jahrhunderts aus Privatbesitz, 1970; Kiehl, Kunsthalle, Aquarelle, Zeichnungen und Druckgrafik des 20. Jahrhunderts aus der Sammlung eines Kielers, febbraio-marzo 1974, n. 117; Kaiserlauten, Pfalz Galerie, Kunst der 20. Jharhunderts aus der Sammlung F., febbraio-marzo 1976, n. 235.

Aste: Zurigo, Koller, 8 dicembre 2017, lotto n. 3241.

Bibliografia: Heinz Fuchs, Gaben des Augenblicks. Vierundvierzig unveröffentlichte Zeichnungen und Aquarelle aus der Sammlung Frey, Monaco di Baviera, 1964, p. 82. Ripr.

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi l’8 giugno 2021.

L’opera rivela impianto analogo al disegno Natura morta, 1949 (Tavoni-Pasquali, 1994, 1949/10) e alla serie di dipinti Natura morta, 1949 (Vitali, 19771-19832, n. 653, ora al Museo del Novecento di Milano, e n. 665-667), per l’intera composizione eccetto la forma rettangolare a sinistra. Il disegno sul recto rivela impianto analogo ai disegni Natura morta,1949 (Tavoni-Pasquali, 1994, n. 1949/13 e 14. Quest’ultimo è ora alla Galleria civica d’arte moderna di Torino-Fondazione De Fornaris) e ai dipinti Natura morta, 1949 (Vitali, 19771-19832, n. 673, 674 – ora al Museo Morandi di Bologna – e 675).

 

 

D 1954/3

Natura morta, 1954

matita su carta, 16×24 cm

firmato e datato in basso al centro: «Morandi/1954»

Zurigo, collezione privata

 

Provenienza: New York, Christie’s.

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 26 novembre 2018.

L’opera rivela impianto analogo ai disegni Natura morta, 1956 (Tavoni-Pasquali, 1994, 1956/24-28).

 

D 1957/5

Natura morta, 1957

matita su carta, 24×16,5 cm

firmato e datato in basso a destra: «Morandi/1957»

collezione privata

 

Provenienza: U.S.A., collezione privata.

Aste: New York, Christie’s, 14 maggio 2019 (lotto n.  )..

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 4 giugno 2018.

L’opera rivela impianto analogo al disegno Natura morta, 1957 (Tavoni-Pasquali, 1994, 1957/2).

 

D 1958/5

Natura morta, 1958

matita su carta, 16,5×23.5 cm

firmato e datato in basso al centro: «Morandi 1958»

collezione privata

 

Provenienza: New York, H. Diamond.

 Aste: New York, Christie’s, 14 maggio 2019 (lotto n. 161).

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 4 giugno 2018.

L’opera rivela impianto analogo al disegno Natura morta, 1958 (Tavoni-Pasquali, 1994, 1958/26).

 

D 1958/6

 

Natura morta, 1958

matita su carta, 16,5×24 cm

firmato e datato in basso al centro: «Morandi 1958»

collezione privata

 

Collezioni precedenti: Firenze, Giulia Sinibaldi; Milano, Silvia Sinibaldi.

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 9 dicembre 2019.

L’opera rivela impianto analogo al disegno Paesaggio, 1958 (Tavoni Pasquali, 1994, 1958/40).

 

D 1960/7

Natura morta, 1960

matita su carta, 29,5×21,5 cm

firmato e datato in basso a destra: «Morandi/1960»

Roma, collezione privata

 

Provenienza: Roma, L. Piccioni.

Bibliografia: Piero Pananti, Gloria Piccioni, a cura di, Burri, Morandi e altri amici, cat. mostra, Forte dei Marmi, Fondazione Villa Bertelli, giugno 2019-gennaio 2020, p.17, n.18, ripr.; Leone Piccioni, Giorgio Morandi. Opere, scritti, corrispondenza 1952-1963, a cura di Marilena Pasquali e Gloria Piccioni, Pistoia, Gli Ori, 2020, p. 25, ripr. e p. 59, ripr.; Piero Pananti, Gloria Piccioni, a cura di, Da Morandi a Burri. «Mio vanto, mio patrimonio», cat. mostra, Pienza, Museo di Città,  agosto-novembre 2020, p. 10 e 11, ripr.

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 26 novembre 2018.

L’opera rivela impianto analogo ai disegni Natura morta, 1960 (Tavoni-Pasquali, 1994, 1960/18 e 1960/28).

 

D 1960/8

 

Paesaggio, s.d. (1960)

matita su carta, 19,5×28 cm

firmato in basso a destra: «Morandi»

collezione privata

 

Collezioni precedenti: Genova, Minetti Galleriaforma; Genova, Paolo Minetti.

 

Aste: Milano, Cambi, 18 dicembre 2020 (lotto n. 195).

 

L’opera è accompagnata da un’autentica di Maria Teresa Morandi in data 26 settembre 1985 ed è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 9 dicembre 2019.

L’opera rivela impianto analogo al disegno Paesaggio, 1960 (Tavoni Pasquali, 1994, 1960/56).

 

D 1961/8

Paesaggio, s.d. (1961)

matita su carta, 23×26 cm

firmato in basso al centro: «Morandi»

Bologna, collezione privata

 

Provenienza: Bologna, C. Volpe.

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 4 dicembre 2017.

L’opera rivela impianto analogo al disegno Paesaggio, 1961 (Tavoni Pasquali, 1994, 1961/44).

 

D 1961/9 

 

 

Paesaggio, s.d. (1961)

matita su carta, 22×29 cm

firmato in basso al centro: «Morandi»

collezione privata

 

Collezioni precedenti: Bologna, Galleria Marescalchi; Milano, collezione privata.

Aste: Firenze, Pandolfini, 9 dicembre 2019 (lotto n. 14).

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 9 dicembre 2019.

L’opera rivela impianto analogo ai disegni Paesaggio, 1961 (Tavoni Pasquali, 1994, 1961/36-39.

 

D 1961/10

Paesaggio, 1961

matita su carta, 19×27,5 cm

firmato in basso al centro: «Morandi»

(con dedica autografa sul verso del foglio: «… [semicancellato: «Nerio»] Rosa / Giorgio Morandi» e data «31 [sic!] Giugno 1961»)

collezione privata

Collezioni precedenti: Teramo, N. Rosa.

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 5 ottobre 2020.

L’opera rivela impianto analogo ai disegni Paesaggio, 1961 (Tavoni Pasquali, 1994, 1961/58 e 1961/60).

 

D 1962/21

Natura morta, s.d. (1962)

matita su carta, 24×33 cm

firmato in basso a sinistra: «Morandi»

collezione privata

 

Provenienza: Milano, Art Rite.

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 4 giugno 2018.

L’opera rivela impianto analogo al disegno Natura morta, 1962 (Tavoni Pasquali, 1994, 1962/48 v. e 1962/68).

 

D 1963/15

 

 

Natura morta, s.d. (1963)

matita su carta, misure sconosciute

firmato in basso a sinistra: «Morandi»

ubicazione ignota

 

Il disegno è pubblicato a corredo della lirica Botta e risposta di Eugenio Montale sul Foglio Volante compilato da Eugenio Montale e Giorgio Morandi, stampato dalle Edizioni Avanti!, Milano, giugno 1963.

L’opera rivela impianto analogo ai disegni Natura morta, 1963 (Tavoni-Pasquali, 1994, 1963/37 e 1963/39).

 

D 1964/ 8

Natura morta, s.d. (1964)

matita su carta, 24×16 cm

firmato in basso a destra: «Morandi»

Collezione privata

 

Collezioni precedenti: Teramo, N. Rosa.

 

L’opera è stata autenticata dal Comitato per il Catalogo Morandi il 5 ottobre 2020.

L’opera rivela impianto analogo al disegno Natura morta, 1964 (Tavoni Pasquali, 1994, 1964/7).

 

Errata corrige

 

In seguito all’esame diretto del disegno Natura morta 1958 (TP 1958/41, pubblicato nel Catalogo Generale dei Disegni, Milano, Electa, 1994, p. 156), controllo effettuato dal Comitato per il Catalogo Morandi il 26 novembre 2018, le misure del foglio vanno corrette: 24,16,5 cm.