Il Comitato per il Catalogo Morandi si e’ costituito a Bologna il 22 marzo 1993. Come recita l’ Atto Costitutivo, il Comitato ha “per oggetto e scopo quello di controllare il catalogo dell’opera di Giorgio Morandi e promuoverne l’aggiornamento, muovendo dai repertori gi? esistenti di provata veridicit? per i settori dei dipinti, degli acquerelli, dei disegni e delle acqueforti ( L. Vitali, 1977-1983; M. Pasquali, 1991; E. Tavoni, 1981-1984; M.Pasquali-E.Tavoni, 1993; L. Vitali, 1957-1964; M.Cordaro, 1991)”.

L’ Art. 9 dello Statuto, allegato all’Atto Costitutivo, ribadisce:

Il Comitato e’ l’unico organismo riconosciuto dalla sorella ed erede dell’artista e in modo notorio che possa esprimersi circa l’inserimento o meno, nei cataloghi generali, di opere di Giorgio Morandi che non siano ancora negli stessi comprese e assicurarne la pubblicazione in future appendici dei diversi repertori e, altresì, che possa esprimere un giudizio di controllo, su richiesta del proprietario o di chi ne fa le veci, circa l’identità di opere già pubblicate nel catalogo generale.

I membri del Comitato, studiosi ed esperti dell’arte di Giorgio Morandi, sono:

  • Marilena Pasquali, presidente
  • Franz A. Morat
  • Pier Giovanni Castagnoli
  • Pietro Lenzini
  • Mattia Patti
  • Paolo Bolpagni    

Sulla base del lavoro del Comitato, Marilena Pasquali ha curato e pubblicato nel 2016 il volume: Morandi. Catalogo generale. Opere catalogate tra il 1985 e il 2016, Pistoia, Gli Ori, 2016.

Le opere ammesse dal Comitato per il Catalogo Morandi al Catalogo Generale Ragionato di Giorgio Morandi dopo il novembre 2016 sono pubblicate in questo stesso sito, alla pagina Acquisizioni al Catalogo Generale (post dicembre 2016).

 

 

Scheda di presentazione